In questa intervista Alessia Borgi ci parla di lei e delle esperienze personali che hanno influenzato la sua vita lavorativa.

Descrivi te stessa con un’esperienza personale o professionale che ritieni possa rappresentare la tua personalità.

Da diversi anni ho intrapreso l’attività di allenatrice di pallavolo. Fin da subito questo mi ha portato a collaborare con uno staff tecnico e a relazionarmi con bambine che si approcciavano ad un nuovo sport.

Allenare mi ha permesso di capire quando e come rendersi utile, anche senza ricevere una richiesta esplicita di aiuto, mi ha permesso di capire come supportare gli altri in qualsiasi situazione e a relazionarmi con qualsiasi tipo di persona, con esigenze e punti di vista diversi.

La vita sportiva, e il ruolo di allenatrice mi hanno permesso di crescere come persona, sia nella vita privata che in quella professionale e di applicare alcuni principi fondamentali alle diverse situazioni che quotidianamente mi trovo ad affrontare, cercando di entrare sempre in sintonia con le altre persone, anche quando sembrano essere molto distanti da me. È un approccio che mi aiuta molto nell’affrontare con positività la vita.

Qual è il tuo ruolo in JSB e perché sei orgogliosa di essere parte del team JSB Solutions?

In JSB ricopro il ruolo di Facility and Administration Assistant. È un lavoro che mi permette di entrare in contatto con tutti i colleghi, di poter collaborare con loro e supportarli se hanno delle difficoltà. È un lavoro dinamico che mi consente di imparare cose nuove e di vedere diversi aspetti della vita aziendale, interfacciandomi con ruoli e aree diverse. Lavorare in JSB vuol dire anche avere a fianco qualcuno che investe tempo per la tua crescita personale e professionale, e questa è una vera opportunità.

Che libro consiglieresti di leggere e perché?

Il libro che consiglio è “Un ragazzo normale” di Lorenzo Marone. Mimì 12 anni e il cuore che trabocca di emozioni. Mimì che diventa amico di un supereroe, un giovane giornalista che si occupa di mafia. Mimì che ama Viola. Un romanzo che dolcemente ti racconta la vita. Con la sua leggerezza profonda o profondità leggera. Quella che piace a me.